DIAGNOSI ALIMENTARE

DIAGNOSI ALIMENTARE

Attraverso la diagnosi alimentare il nutrizionista svolge un’analisi completa, oltre che un'attività informativa ed educativa.

Raccoglie, in un diario, le informazioni relative all'età, al sesso, abitudini alimentari, stato di salute e stile di vita del paziente attraverso domande mirate sugli orari di assunzione dei pasti, sui cibi non graditi, sulle scelte di quali e quante alimenti e bevande, sul movimento giornaliero e sull’ eventuali integrazioni e utilizzo di farmaci; inoltre indaga attentamente su eventuali allergie, intolleranze, patologie pregresse o attuali e qualora ci fosse bisogno si suggerisce al paziente di provvedere a portare analisi ematiche e strumentali recenti, che poi verranno esaminate dal medico estetico.

L'analisi dello stile alimentare e l'impostazione di una corretta dieta rappresentano infatti il punto di partenza per la definizione di un percorso estetico personalizzato e per il raggiungimento dei risultati desiderati. 

Una dieta corretta, associata ad uno specifico trattamento estetico, interviene nella gestione dei processi che concorrono all'invecchiamento della pelle o alla formazione di inestetismi sul corpo, ed è in grado di migliorare gli effetti positivi del percorso estetico.

Lab quarantadue consente ai propri pazienti di effettuare una consulenza nutrizionale con un esperto nutrizionista.

 

COME FUNZIONA

 

A seguito della prima visita conoscitiva, verranno fissati dei controlli di 30 minuti, per valutare in modo oggettivo il metabolismo basale, cioè la capacità di bruciare le calorie a riposo, e per analizzare la composizione corporea (che viene effettuata già nella prima seduta tramite l’analisi impedenziometrica tricompartimentale o la B.I.A. tramite AKERN.

È una metodica non invasiva della durata di pochi secondi, grazie alla quale si è in grado di ricavare molti valori indicanti la composizione corporea del soggetto acqua corporea totale, la presenza di eventuali stati di ritenzione idrica o di disidratazione, massa magra, massa grassa, massa cellulare e il rapporto tra acqua intra-cellulare ed extra-cellulare, lo stato elettrolitico e il metabolismo basale.

La rilevazione avviene attraverso il passaggio di una corrente elettrica, a bassa potenza ma ad alta frequenza, da quattro elettrodi, posti due su una mano e due su un piede. Questa analisi viene ripetuta a distanza di un mese, per valutare l’efficacia dei trattamenti e del trattamento dietetico. Durante i vari controlli si affronteranno anche eventuali problematiche e motivato il paziente in caso di fame emotiva o biologica o insufficiente movimento.

Le misurazioni antropometriche sono eseguite utilizzando strumenti come bilancia, altimetro e metro flessibile, con lo scopo di ricavare l’altezza, il peso e le circonferenze corporee e quindi il BMI, ovvero l’indice di massa corporea e porsi di conseguenza un obiettivo di peso salutare.

Sia la misura antropometrica, che il rilievo impedenziometrico, sono necessari per stimare lo stato nutrizionale della persona e poter di conseguenza elaborare una dieta specifica ed ottimale.

La visita termina con una proposta da parte del nutrizionista di obiettivi realistici del peso e delle forme corporee da raggiungere e sulle modalità di conseguimento degli stessi.

Al termine della diagnosi alimentare, viene consegnato un diario alimentare e dell’attività fisica che prevede il monitoraggio di 2 giorni feriali e di 2 giorni festivi che dovrà essere riconsegnato la volta successiva, per valutare l’apporto calorico e nutrizionale e il dispendio energetico, precedente al trattamento.

Grazie a questo valido strumento il nutrizionista potrà correggere eventuali errori e rinforzare i comportamenti positivi, dando suggerimenti pratici e individualizzati.

A seconda dell’esigenza del paziente, si valuta se iniziare un programma dietetico: le diete che vengono consegnate rispettano le abitudini giornaliere e lo stato psicofisico del paziente, sono altamente personalizzate e non troppo restrittive e promuovono un dimagrimento di almeno il 10 % del peso massimo, nell’arco di 6 mesi di tempo.

Per poter caratterizzare e rendere ancora più efficace la dieta, viene suggerito di eseguire 1 o più test genetici su saliva, i cui risultati verranno consegnati a distanza di circa 2 settimane.

Lab quarantadue propone le seguenti tipologie di diete:

  • Disintossicante
  • Ipocalorica
  • Chetogenica
  • Vegetariana o Vegana

 

Prenota una Visita Nutrizionale

oppure chiamaci al seguente numero

numero verde Lab quarantadue
Torna Su